sabato 29 gennaio 2011

OLIO E MIELE, LE ALCHIMIE IN CUCINA DI CLAUDIO PREGL

Da oggi "Gustosamente insieme" è anche una rubrica , da me curata, di ricette e cronache dal mondo della cucina per "trentino web" , un aggregatore di notizie dal Trentino e dal Nord Est.

Quindi venitemi a trovare...vi aspetto....

E con questo post su un giovane chef di grande talento inizio questa nuova esperienza.

OLIO E MIELE, LE ALCHIMIE IN CUCINA DI CLAUDIO PREGL





“Identità Golose – Identità 2011”, in programma al Milano Convention Centre da domenica 30 gennaio a martedì 1 febbraio, promette aria di freschezza. 
A suggerirla ci penserà Claudio Pregl, giovane chef nel ristorante di famiglia “Baita Santa Lucia da Fritz” di Bezzeca (Tn). 
Questo giovane trentino di talento sarà uno dei relatori della “Giornata del miele”, durante la quale presenterà un preparato ottenuto esclusivamente utilizzando un mix di olio e miele. 
Si tratta di un’emulsione particolare, sia per la consistenza che per il gusto, ottenuta dalla sapiente miscelazione di questi due antichi ingredienti. 
Il risultato allude ad una sorta di maionese che resta stabile a lungo ed esprime una delicata personalità; perfetta per condire insalate e carpacci di carne o pesce o dolci. 
Accostamento felice e intuitivo di due ingredienti primari, che ha portato il giovane chef della Valle di Ledro a ricercare un nuovo condimento per la sua insalata estiva a base di trota affumicata.  
Olio e miele, materie prime della tradizione gastronomica, povera ma schietta, dell’Alto Garda, sono diventati così la base per una miscela capace di resistere nel tempo con stabilità, senza la necessità, come spesso accade, di ricorrere ad additivi. 
E proprio la caratteristica di essere un prodotto non solo innovativo, ma anche naturale, ha già incuriosito i gli chef spagnoli, che si sono subito interessati all’invenzione di Claudio; un atto creativo e intrigante che in cucina di sicuro può offrire spunti inattesi. 
Questa composizione innovativa, creata con un olio, di gusto e forza medi, che va a integrarsi con un miele anch’esso di media dolcezza e medio aroma, apre la porta ad un’infinità di variabili, modulate sulle diverse tipologie di olio e di miele a disposizione. 
La combinazione sapiente di tutti gli elementi dà la possibilità di creare una miscela assolutamente unica, personalizzata e personalizzabile; con sfumature di gusto, colore e profumo, calibrate in base all’esigenza e all’ispirazione del momento. 
Un’intuizione capace anche di dare lo spunto ad un progetto innovativo: la creazione di una carta delle emulsioni differenti, ottenute esclusivamente utilizzando prodotti d.o.g.c. delle regioni italiane.

3 commenti:

  1. Un interessantissimo post, tesoro! Complimenti per tutto, un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  2. Sono felicissima per te e per il gran bel lavoro che stai facendo.
    Un abbraccio
    ciao
    Ale

    RispondiElimina
  3. Complimenti sinceri: un abbraccio e in bocca al lupo per questa tua nuova avventura!

    RispondiElimina