sabato 12 maggio 2012

RATATOUILLE

In questo periodo dell’anno, la nostalgia per la Provenza si fa sentire più forte e così mi consolo inebriandomi degli odori della cucina provenzale preparando qualche ricetta.
Una delle mie preferite è la ratatouille perché non solo è un bel piatto estivo, ma si presta a tantissimi utilizzi, perciò preparata in quantità e poi congelata, può tornare utile come contorno, accompagnata a riso, pasta, patate o pane casereccio, può servire come base per gustose frittate, come ripieno per torte salate, o ancora....sono sicura che se ne avete a portata di mano, qualcosa vi viene in mente.
Il nome ratatouille deriva dal occitano "ratatolha" che significa "rimestare", ed è una ricetta lunga da preparare anche se semplice, ecco perché conviene farne in abbondanza.

L’origine del piatto è chiaramente povera e la ratatouille veniva in passato preparata in estate con le verdure fresche di stagione.

La ricetta originale è di Nizza (Francia) e non prevede l’uso delle melanzane, introdotte successivamente come variante; comunque sia con o senza melanzane è decisamente un piatto delizioso che fa proprio sentire l’estate in tutte le sue forme di sapori, profumi e colori.

La ricetta che propongo è una versione tipica provenzale, non spaventatevi sulle dosi di certi ingredienti.

Ingredienti per 8 persone


14 cucchiai di olio di oliva
, 9 spicchi di aglio tritati
, 1 Kg di cipolla tagliate a fette di mezzo centimetro, 
500 gr di melanzane tagliate a cubi (se sono tonde), togliete la parte dei semi
, 3 peperoni rossi
1 kg di pomodori maturi (o di pomodori in scatola interi o a pezzettoni)
, 1,5 kg di zucchine tagliate rondelle grosse, 
6 foglie di basilico fresco, 1 bouquet garni fatto con una costa di sedano e 2 foglie di alloro legate insieme con dello spago per arrosti, sale e pepe macinato fresco q.b.


In una padella abbastanza ampia scaldate 3 cucchiai d’olio e mettete a cuocere le cipolle a fuoco moderato per 15 minuti, finché sono tenere, rimestando spesso.
Aggiustate di sale e pepe, prima di togliere dal fuoco e tenere da parte le cipolle cotte.
Cuocete sulla fiamma i peperoni, oppure grigliateli al forno, togliete la pelle annerita, apriteli e togliete i semi, tagliate le falde di peperone ottenute a losanghe, fateli saltare in padella con 2 cucchiai di olio d’oliva, sale q.b., per circa 3-4 minuti, quindi metteteli da parte.
Sbollentate i pomodori, togliete loro la pelle e metteteli in un tegame tagliati a pezzi con 3 cucchiai d’olio, gli spicchi d’aglio, il bouquet garni e fate cuocere a fuoco lento per 20 minuti.
Mettete a cuocere nella padella dove avete cotto le cipolle, le zucchine con 3 cucchiai d’olio d’oliva per circa 6-8 minuti a fuoco medio, quindi ritiratele e tenetele da parte.
Riprendete la padella, gettate l’olio di cottura delle zucchine e mettete altri 3 cucchiai d’olio e fate saltare le melanzane per altri 6-8 minuti, aggiungendo sale q.b.
A questo punto prendete un ampio tegame e mettete insieme tutte le verdure cotte separatamente, aggiungete un po’ d’acqua, e fate cuocere 30 minuti circa a fuoco dolce, rigirando di tanto in tanto.
Togliete il bouquet garni, aggiungete il basilico.
Voilà la ratatuille è pronta!

3 commenti:

  1. Una ricetta sempre gradita ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  2. Ciao, passo per invitarti al mio nuovo contest sulla cucina al microonde!

    http://panperfocaccia-grianne.blogspot.it/2012/05/contest-cucina-al-microonde-con-lekue.html

    Buona serata!
    Cristina

    RispondiElimina
  3. ciao ti ho trovato per caso e il tuo blog mi ha subito colpito, ho già scoperto qualche ricettina che proverò sicuramente:-) così da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa.kreattiva

    RispondiElimina